Pagine

venerdì 12 giugno 2020

Organizzare i "non letti"

    Dove e come disporre i libri non ancora letti? Non tutti amano distinguere, visivamente e non, i libri direttamente conosciuti da quelli in attesa di essere aperti, ma fare una distinzione è utile per vari motivi: in primo luogo, per avere già bene in mente le prossime letture; inoltre, potrebbe aiutare a non acquistare una quantità smisurata di libri che non potrà essere bilanciata al tempo disponibile; infine, per mantenere i volumi in ordine. Se ti è mai capitato di comprare doppie copie, dimenticandoti di aver già acquistato un libro, o di perdere ore alla ricerca di "quel romanzo da leggere che chissà dove ho messo", ecco qualche consiglio per conservare i libri in attesa!
  



1) In orizzontale.
Nella stessa libreria, soprattutto se bella spaziosa, o su pile chilometriche, per i meno ossessionati: conservare i "non letti" in orizzontale è sicuramente una soluzione pratica. Io li dispongo così, in modo da controllare a vista d'occhio se la scorta sta finendo e quali saranno i prossimi titoli ad attendermi (per quanto in fin dei conti siano loro poi a scegliere me, argomento che sarà oggetto del prossimo post della rubrica Metalettura). Per i maniaci dell'ordine, in aggiunta, può risultare intuitivo predisporre la pila secondo il piano di lettura, con in alto la copertina che seguirà immediatamente dopo alla lettura attuale.

2) Capovolti.
Senza sconvolgere l'ordine della propria libreria, secondo il metodo prescelto (vedi "5 criteri per ordinare i libri"), è sufficiente rigirare i libri con il dorso verso la parete e le pagine rivolte verso l'osservatore. In questo modo, seppur conservando la loro posizione, i libri in attesa risaltano tra i vari volumi.

3) In una libreria a parte.
Le prime due soluzioni prevedono la possibilità di convivenza tra i "già letti" e i "non letti", ma, soprattutto nel caso in cui questi ultimi siano numerosi, si potrebbe pensare di collocarli in una libreria a parte, che sia un singolo scaffale, un angolino apposito o un mobile più ingombrante. Questa è senz'altro la soluzione ideale per i compratori compulsivi, che potrebbero optare per una distinzione visiva di questo tipo, oppure fare come segue.

4) In ordine nella stessa libreria.
C'è chi dispone i libri senza fare distinzioni, che siano pochi o numerosi quelli in attesa. Molti lettori amano essere circondati di volumi e avere la loro libreria il più fornita possibile, così da selezionare la prossima lettura senza un ordine prestabilito, ma accingendosi ai propri scaffali come si fosse in un negozio di libri. Soluzione ideale per gli accumulatori seriali!

5) Nell'ebook reader.
Senza dubbio una soluzione salva-spazio e, perchè no, anche salva-portafoglio! Per chi non disdegna la tecnologia e sa rinunciare al profumo e al tocco della carta, il vantaggio di acquistare e conservare i libri in formato digitale è quello di avere la propria libreria sempre a portata di mano. Sul dispositivo preferito, così come sull'app prediletta, l'universo di pagine può essere infinito!

   Forse non sapevi che essere un maniaco dell'ordine, un accumulatore seriale o un compratore compulsivo di libri influenza l'organizzazione della tua libreria e, di conseguenza, le tue scelte letterarie. Forse non è neanche necessario riconoscersi in un prototipo o seguire un metodo unico e immodificabile, ma gli amanti della lettura amano anche tutto ciò che ruota intorno ad essa: la sezione "Meta-lettura" nasce appositamente per questo! 

Nessun commento:

Posta un commento