Pagine

venerdì 10 aprile 2020

Karen Blixen e la sua Africa

   Risale al 1959 la prima edizione del libro “La mia Africa”, opera autobiografica dell’autrice Karen Blixen. Vissuta in Kenya, dove gestì una piantagione di caffé con il marito fino al 1931, raccolse le sue impressioni e i dettagli della cultura africana con cui entrò in contatto in quello che è considerato il suo capolavoro.

Blixen K., "La mia Africa",
1959, Feltrinelli.

   Il romanzo è un omaggio ai lunghi anni trascorsi nella sua fattoria esotica, un omaggio a un tempo quasi sospeso, regolato dai ritmi della natura e del lavoro. Con precisione scientifica e poetico amore, l’autrice di origine danese descrive i paesaggi circostanti evocandone la sensazione di sublime, ma si sofferma anche a narrare episodi relativi alla concretezza della vita delle tribù. Da un lato, quindi, l’incanto della natura e le storie a tratti mitiche degli animali che sono un tutt’uno con il contesto; dall’altro, accenni alla crudezza del quotidiano, tra cui quelli alla caccia e alla morte.