Pagine

martedì 11 maggio 2021

"Da me a te: tutto il cielo, tutte le stelle e tutte le patatine": un ricettario d'amore, ricordi...e ironia!

Quando mia nonna paterna è morta, sono morte con lei le polpette di carne, le pallotte cac'e ov', il coniglio ripieno. Non le ho mai chiesto come li preparasse, perché nella mia intima e rassicurante illusione ci sarebbe sempre stata lei a custodire il segreto casareccio di quegli ingredienti e dosi che aveva scritti nelle mani. Anche se me lo avesse insegnato, non avrei mai cucinato come lei, perché ogni alimento si trasforma in modo diverso a seconda di chi lo maneggia, ma avrei potuto sedermi a tavola con lei anche ora che non c'è più. Mia nonna non era una grande cuoca, non amava passare troppo tempo ai fornelli e il suo menù prevedeva tre o quattro piatti. Eppure, nessuno come lei faceva le sue polpette di carne, le polpette cac'e ov' e il coniglio ripieno.

Vi siete mai pentiti di non aver imparato a cucinare qualche piatto tipico della vostra tradizione? Fosse solo per riabbracciare una nonna, ogni volta che si assaggiano le sue polpette. Mia nonna materna custodisce ancora segreti culinari che si sono affinati con decenni e decenni di esperimenti e creazioni: è arrivata l'ora di chiederle "Nonna, come fai le tacconelle?" prima che sia troppo tardi.

Il ricettario di Loredana Falcone è il cuore di una mamma fatto di carta e carne: rivolgendosi a sua figlia Jessica, le descrive passo passo come preparare determinati piatti, dal ragù a primi di pesce più elaborati, passando per una versatile pasta col tonno o col burro. Non si tratta di un comune ricettario, testo esplicativo piuttosto schematico, ma di un libro di cucina e amore, dove le dosi di pollo e il pizzico di sale si amalgamano con i ricordi del passato, della nonna Assunta o della vigilia di Natale.