Pagine

venerdì 14 marzo 2014

La parola del giorno#3: GLABRO

"Mentre ero così vicina a lui avvertii l'odore del talco sul suo volto glabro".
(Memorie di una geisha, Arthur Golden)

Significato: imberbe, privo di peli.

giovedì 13 marzo 2014

Sondaggio#1: Gli occhi del dr Eckleburg ne Il grande Gatsby | Risultato

Alla domanda "Cosa rappresentano gli occhi del dr Eckleburg ne Il grande Gatsby" avete risposto così:


Dio 26 %
La pubblicità come nuovo valore 15 %
L'autore come critico esterno 42 %
Altro 15 %




Devo ammettere che il risultato mi ha sorpreso, dato che l'opzione con il maggior numero di voti è stata la terza, da me inserita in base ad una libera interpretazione. 

Dio 
Solitamente si tende a identificare i grandi e impassibili occhi di questo cartellone pubblicitario con quelli di Dio,  soprattutto a partire dal senso di timore e prostrazione che prova uno dei personaggi (George Wilson) al loro cospetto. Il significato religioso serve a spiegare che il comportamento delle persone in un mondo fragile e degenerato non può sfuggire al giudizio di Dio, che, per quanto possa apparire distante, è in realtà un tacito osservatore sempre presente.

La pubblicità come nuovo valore
Una visione più articolata della prima vuole che gli occhi rappresentano sì lo sguardo attento di un dio, ma un dio che non è più quello religioso. Per una società dedita al consumismo e alla mondanità, i valori vengono stravolti e l'Onnipotente è sostituito da un cartellone pubblicitario che sortisce lo stesso effetto. Come a dire che è la pubblicità, con tutto ciò che ne consegue, ad essere idolatrata.

L'autore come critico esterno
L'impassibilità di questi giganteschi occhi immobili mi hanno spinta ad associarli con l'autore: e se significassero che F.S. Fitzgerald - anche lui parte di quella stessa società che descrive - tentasse di prenderne le distanze attraverso il romanzo e criticarne i protagonisti? Non dimentichiamo che la vita da lui condotta rispecchia per molti versi la superficialità dei suoi personaggi, a cui guarda con occhio critico proprio perché attanagliato dalla consapevolezza della sua fragilità e della sua finzione.

Altro
Infine, qualcuno di voi ha selezionato la quarta opzione, portandomi quindi a chiedervi: cos'altro possono rappresentare questi occhi? L'interpretazione è libera e il significato di un simbolo cambia anche a seconda di chi osserva, quindi se avete altre proposte sono molto curiosa di conoscerle e vi invito a commentare questo post!




domenica 9 marzo 2014

"Parole di carta": il nuovo programma dedicato ai libri


Si chiama "Parole di carta" il nuovo programma di Agorà music tv, dedicato ai libri. 
Andrà in onda tutti i 


mercoledì dalle 18:00 alle 19:00 
sui canali 119 (Abruzzo) e 115 (Molise) 
del digitale terrestre o in streaming sul sito 
http://agoramusictv.jimdo.com/.


A condurlo (o almeno a provarci ;-) ) sarà la sottoscritta, con l'intento di condividere con voi le letture che ho apprezzato, ma anche quelle che non ho apprezzato affatto. In questo mi aiuterete voi, tirando fuori le vostre opinioni, perché credo che senza il confronto non si possa crescere. 



Si parte mercoledì 12 marzo con una puntata su "Il grande Gatsby". Meglio non aggiungere altro. Ah, sì... non perdetela!